I laghi della Valle di Susa

I laghi della Valle di Susa

11/02/2020 Off Di Beverley Simmmons

L’Italia è ricca di luoghi splenditi e di attività da svolgere all’esterno delle proprie mura domestiche, ma spesso il tempo e gli impegni lavorativi impongono di posticipare ogni volta la possibilità di uscire e divertirsi. Oggi in poche righe cercheremo di dare uno sguardo alle possibili gite ai 4 laghi della Valle di Susa, affinché il tempo impiegato per un possibile tour possano essere utilizzate in modo diverso. È importante sottolineare il fatto che il perimetro entro il quale sono situati i 4 laghi ha un diametro esteso e che quindi più che in specifici località è fondamentale approcciarsi al percorso in modo disinteressato, facendosi cullare dai sentieri e dai colori della natura.

Come raggiungere i 4 laghi

Prima di cominciare il bellissimo percorso tra la natura incontaminata della Valle di Susa è necessario capire come raggiungere i 4 laghi. Fortunatamente il Parco Naturale dei laghi di Avigliana è facilmente raggiungibile attraverso diversi mezzi di trasporto; nel caso si volesse arrivare nella zona stabilita attraverso l’automobile e si stesse provenendo dalla direzione di Torino, si consiglia di prendere l’autostrada A32 ed imboccare l’uscita di Avigliana Est. Molte indicazioni stradali sono presenti su tutto il percorso per raggiungere i punti di accesso al Parco Naturale che collega i suggestivi laghi della Valle di Susa. Molti però potrebbero preferire il treno e l’autobus ed in questo caso si consiglia di scendere alla fermata ferroviaria di Avigliana e da qui recarsi alla stazione delle partenze dei pullman in direzione Giaveno. Una volta che si è arrivati nel Parco Nazionale è giunto il momento di mettere in atto le possibili gite ai 4 laghi.

Oasi e laghi di Avigliana

Oasi e laghi di Avigliana

Come si può dedurre dal nome del luogo, principali attrazioni del Parco Naturale Laghi di Avigliana, sono proprio i laghi; al centro del Parco vi sono due bellissimi specchi d’acqua formatosi grazie all’accumulo di acque ghiacciate, rispettivamente il Lago Piccolo ed il Lago Grande. Nei pressi dei due laghi si potranno ammirare boschi ed aironi cenerini, unione di flora e fauna perfetti per stupire adulti e bambini; per gli amanti della storia è nei pressi di questi laghi che nel 1980 si pensò di creare il Parco Naturale dei laghi di Avigliana. Se si avesse bisogno di una sosta per mangiare, si consiglia l’ex convento francescano La Certosa, dove si potrà ammirare un pezzo di storia del 1515 e si potranno gustare i cibi tipici del luogo.

Lago della Ferrera

Lago della Ferrera

A meno di mezz’ora dal colle del Moncenisio vi è un particolarissimo lago, dalle dimensioni contenute ma perfetto per fare una pausa o scattarsi foto uniche con i propri cari o semplicemente per meditare in solitudine grazie al silenzio della natura.

Lago Paradiso delle rane

Per gli amanti di grandi distese verdi e passeggiate non troppo impegnative, si consiglia di visitare il Lago Paradiso delle Rane, questo dista circa 12 chilometri dal centro di San Giorio ed è molto apprezzato dai turisti stranieri; infatti è un luogo considerato quasi magico per la suggestiva atmosfera creata dalla moltitudine di colori diversi della natura.

Lago dell’Alpe Laune

Ultima tappa su cui si può pensare di stazionare per la propria gita è il Lago dell’Alpe Laune; questo infatti regala un luogo di relax assoluto, ricco di silenzio e privo di qualsiasi disturbo sia sonoro che di inquinamento. Punto di forza di questo lago è la capacità di essere raggiunto con facilità ma si consiglia di attrezzarsi con un pasto pronto all’utilizzo, dato che la zona è provvista di panchine e tavoli per pranzare ma il ristorante più vicino dista diversi chilometri a piedi. Perfetto per gli amanti delle passeggiate nella natura incontaminata, lontano da rumori ed aria inquinata.