Consigli per vedere Lovere

Consigli per vedere Lovere

12/02/2020 Off Di Beverley Simmmons

Nella continua frenesia quotidiana si ha sempre meno tempo per uscire o godersi un fine settimana di relax o di divertimento; è in questi casi che si può pensare ad una gita fuori porta lampo di una giornata, che magari sia divertente ed allo stesso tempo culturale. Oggi ci si focalizzerà su cosa vedere in una giornata a Lovere, una bella cittadina conosciuta da pochi.

Quando il borgo merita attenzione: Lovere in un giorno

Prima di proporre un itinerario piacevole da affrontare è molto importante capire come si possa raggiungere Lovere. Sfortunatamente questo borgo non è molto vicino a strade a percorrenza veloce ma con un po’ di indicazioni si può arrivare alla meta senza problemi. Se si è in possesso di un’automobile, imboccando l’uscita Palazzolo o Ospitaletto dell’autostrada A4 si può risalire il celebre Lago d’Iseo dalla direzione ovest o da est; caso più spinoso se si necessita di raggiungere la meta attraverso il treno, infatti la stazione più vicina è quella di Pisogne. Interessante l’ipotesi di raggiungere Lovere attraverso il battello, infatti grazie alle diverse imbarcazioni sul Lago d’Iseo si può raggiungere Lovere con facilità.

Si parte, una giornata ricca di bellezze

  • Lungolago

Da ogni parte del mondo vi sono turisti che si recano a Lovere per attraversare il lungolago; questo infatti è il perfetto punto di partenza per iniziare la propria giornata di visita; il percorso è costellato da fiori colorati e si estende fino alla fine del borgo. Meta suggestiva e ricca di sorprese che dà la possibilità di ammirare le bellissime acque di color celeste del lago. Durante il percorso del Lungolago si avrà la possibilità di visionare luoghi culturali come Piazza XIII Martiri o l’intrigante Accademia Tadini.

  • Il cuore del borgo

Come si può immaginare l’attrazione principale di un borgo è il borgo stesso, caratterizzato da una storia antica sempre affascinante e stimolante. Si consiglia di visitare sia la parte bassa del borgo che l’interno tra le colline più in alto; è infatti tra queste che si potranno osservare piazze splendide circondate da cinte strutturali medievali. Dopo qualche minuto nell’osservare strade colorate e scalinate intriganti, ci si ritrova vicino l’imponente Torre Soca; caratterizzata dalla demolizione sulla parte superiore e dalla chiesa di San Giorgio in bella vista come ad abbracciarla.

  • Santa Maria in Valvendra

Ci sono luoghi nel mondo che per storia e bellezza sono collocati tra le mete imperdibili, una di queste è sicuramente la Basilica di Santa Maria In Valvendra. La già bella Chiesa di Lovere non ha termini di paragoni rispetto alla Basilica, questa si erge sul pendio della collina e si presenta esternamente molto sobria, ma è al suo interno che si celano le meraviglie più belle. Il sole irradia la luce nelle tre navate producendo giochi di luce dalla rara bellezza, il tutto contornato da un soffitto a botte e da cappelle che raccontano parti di storia importante. Per gli amanti dello stile rinascimentale e degli affreschi, la Basilica di Santa Maria in Valvendra è un luogo da visitare a tutti i costi.

Mangiare è fondamentale

Aspetto certamente da sottolineare è dove poter mangiare qualcosa durante la giornata nel borgo. Le scelte sono diverse e in molti casi quando si sceglie di visitare un luogo per una sola giornata spesso ci si porta un pasto veloce da casa; ma nel caso in cui si volesse approfittare di un pasto comodamente seduti ad osservare il paesaggio, i ristoranti più amati dai turisti sono sicuramente: il ristorante Le Terrazze e l’Albergo Ristorante Moderno. Il primo formidabile per essere collocato sulla riva del Lago ed il secondo per la splendida vista sulla piazza XIII Martiri e sul Lago d’Iseo.