Categorie
Itinerari

Trekking in Valle di Susa

Antiche mulattiere che attraversano fitti boschi, laghi dai colori incredibili, itinerari sospesi a strapiombo sull’orrido e sentieri che si arrampicano fino alle vette: questo è il trekking in Val di Susa.
Qui, gli amanti delle escursioni in mezzo alla natura possono trovare percorsi di ogni genere, dai più facili adatti alle famiglie, passando a quelli di medio livello, fino all’escursionismo esperto.
Le possibilità sono molteplici, ecco alcuni itinerari, elencati per gradi crescenti di difficoltà.

Il sentiero dei Gufi, basso e alto

Entrambi i sentieri sono consigliati alle famiglie con bambini, o ai trekker con poca esperienza, vista la facile percorribilità.
Per il sentiero basso, si parte dal borgo di Venaus e si prosegue nel bosco. Il paesaggio è notevole, con ruscelli, piccole cascate, prati e boschi; il dislivello di appena 250 m rende piacevole la camminata. L’arrivo è alla Cappella Titabo.
Il sentiero alto, invece, parte dalla frazione di Bar Cenisio e s’inoltra in un bosco di soli larici, con la presenza sporadica, in alcuni tratti, di faggi e betulle.
In autunno, entrambi i sentieri offrono uno spettacolo di colori imperdibile per gli amanti del fogliame.
All’imbrunire, restando in silenzio e con una buona dose di fortuna, si possono scorgere o udire i bellissimi rapaci che popolano questi luoghi.

Lago dell’Arpone

Un’escursione suggestiva in inverno, quando la semplice presenza della neve è sufficiente a trasformare il bosco fitto in un paesaggio fiabesco.
Si parte dalla piccola frazione di Bar Cenisio e si segue la strada sterrata fino al lago. Il dislivello, di circa 300 m, rende questa escursione adatta a tutti, anche a chi è poco allenato.
Il lago dell’Arpone ha il suo fascino in ogni stagione.

Sacra di San Michele

Salita alla Sacra di San Michele

Questo percorso è un must per chiunque visiti la Val di Susa. La Sacra di San Michele è un luogo magico, avvolto nel mistero e nella leggenda, perfetto per chi ama unire le camminate nella natura alla scoperta delle storie del luogo.
Il livello, partendo dal borgo di Sant’ Ambrogio, è di tipo E, escursionistico di media difficoltà, con un dislivello di circa 600 m. Dal grazioso borgo si segue la strada asfaltata e poi la mulattiera, percorrendo la via Crucis fino alla meta.
La Sacra di San Michele si può raggiungere anche attraverso altri percorsi più o meno difficili, oppure in auto.

Rocca Sella, da Celle di Caprie

Un percorso ripido, tutto in salita, con un dislivello di circa 500 m. Si parte dalla chiesa di Celle di Caprie e in un’ora si arriva a Rocca Sella, ad un’altezza di 1500 m.
Il sentiero Tramontana è il più ripido ed il più veloce; meno impegnativo invece il sentiero 575. É un’escursione facile ma intensa, quindi non adatta a chi è poco allenato.
Una volta raggiunta la cima, la vista sulla Val di Susa e su Torino ripaga della fatica.

Ferrata dell’Orrido di Foresto

L’orrido di Foresto si trova nella “Riserva Naturale Speciale Orrido di Foresto e Chianocco” ed è un’autentica opera d’arte della natura. In questo percorso, con partenza da Foresto, l’adrenalina si sente: canyon scavati dalla forza dell’acqua, pareti verticali che finiscono in pozze azzurre come il cielo, ponti tibetani sospesi sul vuoto. Si cammina, si guada e ci si arrampica; è necessaria un’ottima forma fisica ed è vietato soffrire di vertigini. Inutile dire che è solo per escursionisti esperti.
Si percorre da aprile a ottobre, ma bisogna sempre controllare che le condizioni meteo siano ottimali, prima di partire.

Rocciamelone da La Riposa

Salita a Rocciamelone da La Riposa

La salita al Rocciamelone è una tappa immancabile per l’escursionista esperto che visita la Val di Susa. Si parte dalla località La Riposa, a Mompantero, si giunge al rifugio Ca’ d’Asti, tappa intermedia del percorso, e da lì si prosegue fino alla cima del Rocciamelone, con i suoi 3538 m.
Questa escursione è impegnativa sia dal punto di vista del dislivello, di 1488 m, ma anche per l’altitudine ed alcuni tratti su fondo roccioso che possono risultare difficili.
Dalla cima si gode di un panorama mozzafiato e di una pace profonda.

Queste sono solo alcuni percorsi trekking della Valle di Susa, un luogo affascinante, dai paesaggi spettacolari, una terra ricca di storia, cultura e arte, tutta da scoprire.