Gite escursionistiche: Rocciamelone

Difficoltà: E (escursionisti)
Dislivello: 1350 metri
Tempo: 4 ore dalla vetta
Luogo di partenza: La Riposa 2205 m.
Attrezzatura: escursionistica (quando i pendii sono completamente sgombri dalla neve)

Il Rocciamelone con la sua forma slanciata e la notevole altezza domina incontrastato sull'intera valle di Susa, di cui è per la maggior parte degli abitanti la montagna simbolo.
Le sue pendici sono cariche di storia e di sacrifici, addirittura, alcuni storici, fanno coincidere la nascita dell'alpinismo, con la data della sua prima ascensione, quando Rotario D'Asti nel 1358, per primo scalò la montagna per voto.
Inoltre l'enorme statua in Bronzo, raffigurante la Madonna, eretta sulla sua vetta non fa altro che accrescere la sacralità di questo monte.

Da Susa, raggiungere la frazione Urbiano di Monpantero, qui individuare la strada asfaltata e abbondantemente segnalata che porta alla località Il Trucco, proseguire ancora sulla strada che ora è sterrata fino alla Riposa, m. 2205 (25 km da Susa), ampio spazio di parcheggio, ma gli ultimi due tornati possono risultare faticosi a seconda delle automobili.
Senza possibilità di errore imboccare il sentiero ben segnalato e scavato nel terreno che si inerpica sui pendii erbosi in direzione della cima, appena la pendenza aumenta il sentiero inizia a zigzagare con lunghi tornati per poi riportarsi vicino al crinale ed in breve si arriva al Rifugio Cà D'Asti m. 2854, da qui, il sentiero sempre ben evidente arranca con molti tornati sulle pietraie fino a raggiungere la cresta, poi un traverso ed ancora qualche tornante per arrivare alla Croce Di Ferro 3306 m., ora il sentiero prosegue meno ripido e a mezza costa, in parte scavato nella roccia, ancora alcuni tornati oltre il quale un paio di corde fisse portano in vetta.

Discesa: per l'itinerario di salita.
Oppure in traversata: dalla vetta scendere lungo la cresta Ovest fino al Passo di Novalesa m. 3222, poi attraverso un canale molto ripido, divallare sul versante di Novalesa (sud) per pietraie raggiungere i prati sottostanti e per tracce di sentiero il rifugio Stellina a m.2051, quindi una comoda mulattiera fino a Novalesa m. 828. 6 - 7 ore per la discesa.

Vedi anche:

Gite escursionistiche in Alta Valle Susa

Monte Chaberton - Punta Nera - Monte Thabor - Grand Hoche - Monte Niblè - Cima Dormillouse - Punta Rognosa del Sestriere - Monte Fraiteve

Gite escursionistiche in Bassa Valle Susa

Monte Giusalet - Punta Sommeiller - Cima Ciantiplagna - Monte Orsiera - Monte Rocciavrè - Monte Musinè - Punta del Grifone - Rocciamelone - Rifugio Avanzà - Monte Giusalet - Parco Orsiera Rocciavrè

I percorsi e le gite sono state segnalate da ALTOX "guide di alta montagna". http://www.altox.it. Il link aprirà una nuova finestra del browser